Sbocchi occupazionali

Laurea in Ingegneria Meccanica
L’ingegnere meccanico trova rapidamente impiego in tutti i principali settori industriali; potrà operare in studi di ingegneria, in uffici tecnici di enti pubblici e privati, negli enti territoriali (regioni, province, comuni) e negli enti di ricerca. Alcuni ambiti occupazionali tipici sono l’assistenza alla progettazione e la costruzione di macchine ed impianti; lo sviluppo, la progettazione e la produzione di componenti meccanici e beni di consumo; la progettazione di processi per l’industria meccanica; la gestione di reparti; la pianificazione ed organizzazione di attività di manutenzione; la partecipazione allo staff direttivo di uffici tecnici, di centrali elettriche, di aziende municipalizzate o assimilate; lavoro in studi professionali, in laboratori industriali, ecc.

Alcuni esempi concreti sono visibili nella pagina testimonianze.

Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica
L’ingegnere meccanico magistrale svolge tipicamente funzioni di ricerca e sviluppo, progettazione, direzione di stabilimento e gestione degli impianti complessi; la sua formazione multidisciplinare consente un facile adattamento a realtà aziendali di diverse dimensioni e può operare con successo anche in ambito tecnico-commerciale, manutenzione, gestione qualità e logistica.

Il laureato magistrale trova rapidamente impiego in tutti i principali settori industriali; potrà operare in aziende del settore meccanico o affini, in studi di ingegneria, nella direzione di uffici tecnici di aziende industriali, nelle amministrazioni pubbliche, negli enti territoriali (regioni, province, comuni) e negli enti di ricerca.

Ad un anno dalla laurea magistrale in Ingegneria Meccanica a Padova, il tasso di occupazione è tra i più elevati di tutta Ingegneria.

Il valore dichiarato come soddisfazione per il lavoro svolto è pari a 8.4 (scala 1-10) che risulta essere il più elevato dell’area industriale (fonte: Alma Laurea).

Alcuni esempi concreti sono visibili nella pagina testimonianze.