Ingegneria meccanica (magistrale)

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica completa la formazione dell’ingegnere meccanico con solide competenze nella progettazione, produzione e gestione di prodotti e sistemi ad alto contenuto tecnologico e di innovazione. Prepara l’ingegnere meccanico a funzioni direttive o di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’industria manifatturiera e dei servizi collegati, con attenzione sia alle competenze trasversali sia alle competenze specialistiche richieste per affrontare i problemi complessi di natura interdisciplinare.

Al primo anno sono previsti insegnamenti obbligatori di approfondimento delle discipline meccaniche, mentre al secondo anno è disponibile un’offerta molto ampia di corsi a scelta (anche in inglese) organizzata in percorsi formativi flessibili  che lo studente può adattare alle proprie specifiche esigenze di formazione.

Molti insegnamenti prevedono attività di progettazione, sperimentazione e analisi presso i laboratori didattici e di ricerca .

Gli sbocchi occupazionali  del laureato magistrale in Ingegneria Meccanica riguardano sia industrie meccaniche sia enti di ricerca pubblici e privati ad alto contenuto di innovazione con accentuata vocazione alla ricerca e sviluppo.

L’ingegnere meccanico magistrale svolge tipicamente funzioni di ricerca e sviluppo, progettazione, direzione di stabilimento e gestione degli impianti complessi; la sua formazione multidisciplinare consente un facile adattamento a realtà aziendali di diverse dimensioni e può operare con successo anche in ambito tecnico-commerciale, manutenzione, gestione qualità e logistica.

La stretta collaborazione tra Università e mondo produttivo è dimostrata anche dall’istituzione di un Advisory Board industriale, avente la funzione di fornire suggerimenti e feedback sulla formazione in Ingegneria meccanica a Padova con specifico riferimento alle competenze richieste da un sistema produttivo in continua evoluzione. L’Advisory Board comprende rappresentanti di Aziende significative per l’Ingegneria Meccanica (Armec, Aprilia, Askoll, Carl Zeiss IMT, Carraro, Dainese, De Pretto, Electrolux, Ferrari Gestione Sportiva, Fiamm, LivaNova, Luxottica, Marposs, SIT, Wartsilia Italia) che biennalmente discutono con i docenti le competenze e qualità individuali che un ingegnere meccanico deve possedere per affrontare con successo le sfide del mondo produttivo.

Nel 2018 il corso ha ottenuto l’accreditamento internazionale EUR-ACE (EURopean ACcredited Engineer) che definisce gli ‘standard’ che identificano i corsi in ingegneria di alta qualità in Europa e nel mondo. Tali standard sono stati stabiliti tenendo conto dei punti di vista e delle prospettive di tutte le principali parti interessate: studenti, università, datori di lavoro, organizzazioni professionali e agenzie di accreditamento. L’accreditamento è stato conseguito in quanto il corso di studio soddisfa elevati standard di: organizzazione, qualità dei professori, grado di soddisfazione degli studenti per le competenze acquisite e livello di occupazione. Questo è riconosciuto dai datori di lavoro in tutta Europa e inoltre garantisce agli studenti l’acquisizione del titolo EUR ING.

Corpo docente
I docenti hanno una rilevante esperienza didattica e di ricerca scientifica, che si attua tramite consolidate collaborazioni sia con aziende del tessuto imprenditoriale italiano e straniero, che con prestigiosi gruppi di ricerca internazionali. Il laureato magistrale in Ingegneria Meccanica formato a Padova risulta pertanto avere una preparazione che è tra le più solide fornite in Italia e particolarmente apprezzata a livello industriale.

Accesso
L’accesso naturale al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica avviene dal Curriculum Formativo del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica di Padova. Informazioni sull’accesso da parte di studenti che hanno conseguito la Laurea in altre Sedi universitarie, o che hanno conseguito Lauree in discipline diverse dall’Ingegneria Meccanica, sono riportate in questa pagina